Chiuso per ferie

Gestire la chiusura per ferie in Google My Business

Avete presente quando partite per le vacanze e avete la sensazione di aver dimenticato qualcosa? Ecco, ho la sensazione

Avete presente quando partite per le vacanze e avete la sensazione di aver dimenticato qualcosa?

Ecco, ho la sensazione che la scheda My Business sia spesso l’analogo web di quella dimenticanza di cui ci si rende conto solo arrivati a destinazione. Eppure quel riquadro nei risultati di Google è sempre più spesso la porta di accesso alle informazioni sulla vostra azienda, soprattutto per chi cerca rapidamente orari e contatti, specialmente per chi sta utilizzando lo smartphone per trovarvi.

Pronti a partire?

Forse darà la colpa a Google, forse no…

Avete appeso il vostro bel cartello sulla porta, registrato il messaggio in segreteria, aggiunto un avviso sul sito, postato una bella foto sui profili social, configurato la riposta automatica alle email et voila… pronti a partire!

Oppure no: mentre siete sdraiati al sole o state facendo una passeggiata in montagna, un povero agente di commercio a cui tocca lavorare in agosto deve trovare un ristorante aperto. Vi conosce, si trova bene da voi e vuole vedere se siete aperti. Prende il telefonino, digita il vostro nome nella barra di google e la vostra scheda My Business dice “Oggi aperto”. Non si preoccupa di fare una telefonata, sa che a mezzogiorno nel mese di agosto troverà posto. Arriva davanti alla porta e trova un bel cartello che dice “Chiuso per ferie”. Forse darà la colpa a Google, forse no… Direi che è meglio evitare questa situazione. D’altra parte, anche se si fosse premurato di fare una telefonata e avesse trovato la segreteria telefonica, il nostro rappresentante non avrebbe avuto un’esperienza ottimale.

Non c’è il bottone “chiusura per ferie”!

Non c'è un pulsante magicoL’ho fatta un po’ lunga, ma il succo è che vi suggerisco di aggiungere la scheda My Business alle cose da fare prima di appendere il cartello fuori dalla porta (letteralmente o metaforicamente). La buona notizia è che adesso lo sapete; quella cattiva è che non esiste un “pulsante magico”. Fino all’anno scorso bisognava un po’ ingegnarsi: un articolo su localstrategy.it suggeriva di inserire un post nella pagina Google+ dell’attività, in modo che fosse il più recente e quindi venisse visualizzato nello snippet. Personalmente, preferivo cambiare l’immagine del profilo, in modo che si leggesse anche dalla miniatura il messaggio e la data di riapertura. Questo perché anche il cambio dell’immagine è istantaneo e può essere rapidamente eseguito anche al ritorno, oltre a essere più immediatamente visibile.

Un’idea avrebbe potuto essere modificare temporaneamente la descrizione, ma questa operazione, come sappiamo, da un po’ di tempo non è più permessa.

La novità del 2016

Esempio di scheda My Business con chiusura per ferie su desktop

Esempio di scheda My Business con chiusura per ferie su smartphone

Come si vede dalle istantanee postate qui sopra, l’immagine del profilo esce in modo piuttosto evidente, ma per l’estate 2016 abbiamo a disposizione un nuovo strumento: gli orari speciali. Questa funzione consente, giorno per giorno, di impostare orari diversi, oppure di segnalare la chiusura dell’attività. Per accedere a questa funzione, è sufficiente accedere alla modifica della scheda My Business e guardare sotto l’area di inserimento dei normali orari. La maschera successiva è veramente intuitiva.

Accesso alla modifica degli orari speciali su Google My Business

Impostazione degli orari speciali su Google My Business

Una volta eseguita questa operazione, nei giorni di chiusura comparirà la scritta “Oggi chiuso”, come nei normali giorni di chiusura. Purtroppo non è possibile indicare degli intervalli di tempo. Quindi se le vostre ferie durano mesi, magari perché avete un’attività stagionale, può essere lungo e noioso impostare i giorni.

Le cose da non fare su My Business

In quest’ultimo caso, potrebbe valer la pena cambiare gli orari standard. Le modifiche non vengono registrate istantaneamente, ma visto che si parla di temi lunghi e non di una o due settimane, il disagio può essere relativo e compensabile inserendo un’adeguata immagine del profilo. Sconsiglio di usare questo metodo per periodi brevi.

Una cosa da evitare categoricamente è segnalare l’attività come chiusa: questa indicazione viene considerata definitiva e non è gestibile in tempo reale: attività segnalate come chiuse dagli utenti hanno causato notevoli grattacapi ai titolari.

2 thoughts on “Gestire la chiusura per ferie in Google My Business

    1. AUTHOR

Lascia un commento